Maria Callas

Set 16th

Sono trascorsi 40 anni dalla scomparsa di Maria Callas; in molti di noi vivido è il suo ricordo.

Di lei, molti, anzi moltissimi, hanno scritto e fatto documentari, quindi io, sulla sua carriera e sulla sua vita, non ho nulla da aggiungere. Il mio vuole essere solo un omaggio nel giorno della sua morte. Ha sicuramente lasciato un segno, in stile, eleganza, comportamento. Non so certo spiegare il perché, ma certamente la sua figura, la sua storia, affascinano ancora oggi. Dieci anni fa, le Poste italiane l’hanno commemorata in maniera eccelsa con la stampa a tiratura limitata di un francobollo dal titolo “Personaggi celebri dello spettacolo”.

 

Verona, città che le ha dato i natali artistici ed ha fatto da sfondo anche alla sua vita privata, l’ha omaggiata in più modi: due anni fa con una bellissima mostra a Palazzo Forti, che racchiudeva molti cimeli, lettere personali, costumi di scena, vestiti ed in Arena, per commemorare i 40 anni dalla sua scomparsa, è stata esposta, fino alla chiusura della stagione lirica, una statua bronzea opera dell’atelier Arte Poli.

Io invece voglio omaggiare lei con ciò che so fare; patchwork!

Se riuscissimo ad escludere le vicende amorose, le stranezze, rimane una donna forte, caparbia, che come molti di noi ha inseguito un sogno. Nel mondo del patchwork gli ometti sono veramente pochi, ma vi posso assicurare che ci sono molte donne che hanno una forza ed una determinazione tali da averle portate ad essere professioniste. E questo è per loro: per la gentilezza di Simonetta, per il sorriso di Emanuela, per la fiducia di Selene, per la disponibilità di Patrizia, per le parole sempre care di Lucia, per le risate e la spensieratezza di Loredana, Bianca ed Eleonora, ma soprattutto per l’Associazione Ad Maiora di Verona che mi ha accolto a braccia aperte, grandi donne che senza troppa pubblicità e sfarzi si riuniscono per la gioia di stare insieme. Un sorriso, una parola di conforto un abbraccio, un buon manicaretto, sono la cornice di una grande passione per il cucito creativo, il patchwork e la maglia, attive culturalmente, solo per citarne qualcuna, la Coperta di Giulietta e Verona tessile per la nostra bella Verona.