Hyde Park Corner, the bridge, London Bridge.

Mar 29th

Hyde Park Corner, the bridge, London Bridge.

Questi tre nomi, sono luoghi caratteristici di Londra, ma hanno in realtà anche significato simbolico legato in maniera molto stretta alla famiglia reale britannica, in quanto Hyde Park Corner è legato a Re Giorgio VI, The Bridge è legato alla Regina madre e London Bridge a Sua Maestà la Regina Elisabetta II d’inghilerra.

 

FUNERAL OF KING GEORGE VI (DIED 6/2/52) FEBRUARY 1952 DEATH OF THE KING: FUNERAL SCENES AT WESTMINSTER. This picture taken from the Horse Guards Parade shows a close-up of the Cortege with the coffin ....ROYALTY

Funerali Re Giorgio VI

 

Tutti e tre sono i nomi in codici della loro morte e del protocollo del loro funerale. Non soffermandoci sui primi due, vi racconto come il “ The Guardian” ha spiegato come verrà gestito quello della Regina, quando avverrà.

Nella maggior parte dei piani che riguardano la morte della regina – e ce ne sono molte versioni, studiate da Buckingham Palace, il governo e la Bbc. Accanto a lei ci saranno i suoi familiari e il professore Huw Thomas, il medico gastroenterologo che segue da anni la reale paziente. Sarà lui a visitarla, a controllare chi avrà accesso alla sua camera e a decidere quali informazioni rendere di domino pubblico. Una nazione intera attenderà quelle notizie.

Ma la prima persona che verrà a conoscenza della sua dipartita sarà il primo ministro inglese. Sir Christopher Geidt, segretario privato della regina. Lui solleverà la cornetta di un telefono, una linea segreta collegata direttamente al numero 10 di Downing Street, e dovrà pronunciare una parola in codice: “London Bridge is down”, il ponte di Londra è caduto. Così prenderà inizio l’Operazione London Bridge.

8_g

Funerali Elizabeth Bowes-Lyon “regina madre”

 

La prima cosa da fare sarà informare i governi degli altri paesi della morte della regina, compito di cui si occuperà il ministero degli Esteri. In un primo momento saranno solo 15 paesi a ricevere la notizia, poi si procederà avvisando gli altri 36 stati del Commonwealth. Dopo le comunicazioni ufficiali, verrà rilasciata un’agenzia alla Press Association e i media potranno dare la notizia al pubblico.

Nello stesso istante, un domestico vestito a lutto varcherà le porte di Buckingham Palace, attraverserà la ghiaia rosa-opaco del viale e affiggerà un avviso listato di nero. Anche il sito ufficiale del Palazzo si “vestirà” a lutto, una singola pagina su sfondo nero che comunicherà la notizia.10445726-kYkB-U11001996789775mFB-1024x576@LaStampa_it

Nelle radio commerciali, i vari speaker verranno avvisati della morte di Elisabetta con una luce blu che lampeggerà a intermittenza. A quel punto verrà data la linea ai radiogiornali e sulle stazioni verrà trasmessa solo “musica inoffensiva”. I conduttori televisivi vestiranno a lutto, un abito nero pronto per l’occasione. Sulle reti Bbc comparirà un messaggio di allerta notizia. Molti canali hanno anche già contatto gli esperti che dovranno intervenire nel corso delle trasmissioni per commentare l’evento. Le redazioni dei quotidiani hanno già pronte decine di storie, come il Guardian, e il Times ha una serie di notizie che occuperanno il giornale per almeno 11 giorni.

A questo punto, si entrerà nel periodo di lutto, 12 giorni. Il principe Carlo diventerà, dopo tanta attesa, Re Carlo e la sera stessa della morte della madre dovrà tenere un discorso ufficiale. Il primo da capo dello Stato. L’inno inglese ritornerà al vecchio “God save the King”. Rilettura a cui seguirà una ristampa dei francobolli e delle monete che verranno consegnati in tutto il regno. William diventerà principe di Galles e Kate acquisirà il titolo di principessa di Galles, titolo appartenuto a Diana.

Per il resto la regina gode di ottima salute, sappiamo che arriverà, per noi come per lei quel giorno le auguriamo comunque “lunga vita alla Regina”.

Vincenzo Callea