Gugjet

Ago 30th

Nel 2012 il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia “battezza” il Gugjet come simbolo della Carnia. Supportato dall’assessorato alla Cultura di Tolmezzo (UD), questo oggetto è tutt’ora il simbolo turistico della cittadina e della Carnia stessa. Questo straordinario e inusuale oggetto dipinge un quadro sociale di un’epoca passata, dove la donna coadiuvava il lavoro nei campi, l’assistenza ai bambini e agli anziani, la gestione del focolare domestico, mentre gli uomini “emigravano” per cercare fortuna.

Cos’è il Gugjet?

È sostanzialmente un cadeau a forma di cuore allungato che gli uomini regalavano alle loro donne, fidanzate o mogli, realizzato in rame, ferro, ottone o legno e decorato con motivi floreali e, i più elaborati, con l’incisione delle iniziali della giovane donzella. Quest’ultime lo mettevano tra le costole e il braccio destro usandolo come protezione, per non pungersi con il ferro da maglia mentre si camminava con la gerla in testa andando su e giù per campi e boschi. Il Gugjet permetteva loro di essere libere di proseguire i lavori in maglia senza farsi male. Dobbiamo infatti tener presente che fino al 1700 i ferri da maglia erano dritti e con le punte ad entrambe le estremità, la parte quindi che viene di solito tenuta ferma con il braccio destro rischiava di provocare piccole lesioni se si svolgeva il lavoro della maglia camminando. Questa protezione aveva un foro nella parte allungata che permetteva così di bloccare la punta che il braccio teneva ferma, cosi facendo la donna non rischiava di farsi male.

Oggi non viene più usato, ma questa particolare forma di cuore viene riproposto in maniera creativa in vari settori, in pasticceria per dare forme a torte e biscotti, in gioielleria per creare ciondoli che poi arricchiranno bracciali, collane e orecchini, e anche nel campo della ceramica. In ambito tessile invece viene usato per stampe su cuscini, tovaglie e lenzuola.

Questo oggetto quindi oggi rappresenta anche il simbolo della città di Tolmezzo, avremo così la certezza che entrerà nel cuore anche delle nuove generazioni in maniera indelebile.