Broiderie Suisse o Ricamo svizzero

Mar 20th

Semplice da imparare, semplice da insegnare il ricamo svizzero è di grande effetto. Questa tecnica era molto popolare negli anni ’50, soprattutto negli Stati Uniti, dove però è conosciuta con il nome Chicken scratch embroidery. In Francia, invece, è conosciuta come Broderie suisse; un nome alquanto generico, considerato che “broderie” significa ricamo, ma probabilmente associato a “suisse”, voleva indicare “ricamo che si esegue in un’area alpina”, identificata con la Svizzera.Il ricamo svizzero è caratterizzato dalla tua tela a quadretti, serviva per bordare, grembiuli, tovaglie e tovaglioli, asciugamani ecc.
_47C5143_

Caratteristico è il “cuore” che si trova nella zona del Tirolo. Per quanto riguarda il rovescio del ricamo, preciso che questo NON può risultare “perfetto”, come nel punto croce, perché i passaggi sono molti e questi comportano un rovescio “sporco”. Per bypassare il problema usare questo ricamo per progetti che poi vanno coperti o chiusi. Il che sviluppa la fantasia e l’ingegno di chi ricama, oppure non ve ne curate, come faccio io. Alcune ricamatrici hanno trovato dei metodi per fare un “rovescio perfetto”, ma, secondo me, va a scapito del diritto, perciò, se credete, usate queste tecniche con discernimento, cioè applicandole solo quando è indispensabile.
_47C5145_

_47C5142_
I materiali usati:
• Tessuti a quadretti che variano da 0.5 cm a 2 cm. La scelta delle dimensioni del quadrato variano in base al disegno che vorrete realizzare, al progetto stesso.
_47C5137_

_47C5139_
• Filato indivisibile n°8, cotone egiziano brillante. Anche se può sembrare un’eresia, ho usato il cotone D.M.C. da punto croce, usando tre fili alla volta, il risultato, personalmente lo trovo molto bello.
• Aghi, nà26 senza punta

Stola ricamata a Broderie Suisse

Stola ricamata a Broderie Suisse

20120917_103914
• Telaio rotondo ma non indispensabile.
_47C5136_
Buon divertimento.